CCNL Funzioni Locali pubblicato

22 05 2018

Aran e Organizzazioni sindacali hanno firmato in via definitiva il contratto collettivo nazionale di lavoro 2016-2018 del comparto Funzioni Locali

http://www.aranagenzia.it/comunicati/9015-aran-e-organizzazioni-sindacali-hanno-firmato-in-via-definitiva-il-contratto-collettivo-nazionale-di-lavoro-2016-2018-del-comparto-funzioni-locali.html



Il CCNL, il Conto Annuale e il Piano dei Fabbisogni

19 05 2018

Ci siamo. Mentre scrivo (sabato), conto che mancano solo due giorni (lunedì) alla stipula definitiva del CCNL delle Funzioni locali. Aran e Sindacati si incontreranno il 21 maggio, per la firma finale.

Nel frattempo, sempre oggi (sabato) ho controllato il sito della Ragioneria Generale dello Stato per vedere se è stata pubblicata la Circolare sul conto annuale. Niente, non c’è. Ma hanno confermato che ci sarà un rinvio della scadenza (e vorrei vedere…). Questo è il breve testo della mail di risposta che hanno ricevuto alcuni enti che molto agitati si sono rivolti alla RGS: “Abbiamo atteso a lungo il visto del Dipartimento della Funzione Pubblica, con cui abbiamo ancora un punto in attesa di chiarimento. Contiamo di arrivare alla pubblicazione della circolare per la fine della settimana. Subito dopo la pubblicazione faremo un comunicato con cui prorogheremo la scadenza al 25 giugno”.

Un fine primavera di fuoco insomma: mettere a regime gli stipendi, erogare gli arretrati e compilare le tabelle del conto annuale.

Come se non bastasse, il Dipartimento della Funzione Pubblica ha fatto uscire anche le Linee di indirizzo sia per le procedure concorsuali, sia per la programmazione triennale dei fabbisogni.

Riporto una affermazione di Mario Ferrari contenuta nel prossimo numero di Personale News, che rappresenta il succo del discorso: la dotazione organica non è più un elenco di unità di personale suddiviso per categorie di inquadramento e profili, ma “un valore finanziario di spesa potenziale massima sostenibile” e per gli enti locali “l’indicatore di spesa potenziale massima resta quello previsto dalla normativa vigente”.

Da quanto affermato nelle Linee di indirizzo, io capisco che la sintesi può essere:

  • I profili professionali si decidono nel Piano triennale dei fabbisogni di personale
  • La dotazione organica è un numero, un valore, un importo che per gli enti locali è pari al massimo sostenibile di spesa di personale (media anno 2011-2013 per gli enti sopra i mille abitanti e anno 2008 per gli enti sotto i mille abitanti).

Se fosse così – ma perché dubitarne visto che il Dipartimento della Funzione Pubblica lo ribadisce per ben due volte – non mi pare che ci siano queste grandissime novità per gli enti locali. Anzi, dire che la dotazione organica si può spingere fino al tetto di spesa massimo potenziale è anche meglio che dire che non può superare un determinato valore storico (che ne so: l’anno 2017) come si paventava con toni drammatici dopo le modifiche all’art. 6 del d.lgs. 165/2001 ad opera del d.lgs. 75/2017.

Poi vedremo se, anche questa volta, pareri, interpretazioni e deliberazioni, stravolgeranno ancora tutto.

Le Linee Guida si possono scaricare a questo link: http://www.funzionepubblica.gov.it/articolo/dipartimento/08-05-2018/linee-di-indirizzo-la-predisposizione-dei-piani-dei-fabbisogni-di



Che fine ha fatto il CCNL Funzioni Locali?

12 05 2018

AGGIORNAMENTO: Aran e Sindacati si incontreranno lunedì 21 maggio per la stipula definitiva del CCNL. 

 

Qualche giorno fa mi hanno chiesto tramite mail se ero a conoscenza che il CCNL lo avrebbero stipulato definitivamente ad ottobre. Mi è parso un po’ eccessivo come termine, quindi ho approfondito la questione con qualche contatto.

L’ipotesi è alla Corte dei conti. Secondo le versioni è all’ordine del giorno il 15 o il 17 maggio. Ci siamo, insomma.

Nel frattempo, ricordo, che è già stata diffusa una “errata-corrige” che ha sistemato alcune cose rispetto all’ipotesi del 21 febbraio scorso. Siccome mi sono reso conto che non tutti ce l’hanno, la riporto di seguito: Errata corrige 12 aprile 2018 Tra tutte, è importantissime la dichiarazione congiunta sui limiti al trattamento accessorio.

E il conto annuale? Sembra che sia da tempo alla Funzione Pubblica per un’occhiata finale, ma intanto la scadenza del 31 maggio si avvicina.

Non vi sentite anche voi un po’ in balìa di una certa improvvisazione complessiva?



La soppressione dei “D3” e la mobilità

5 05 2018

Tra le varie questioni affrontate durante le giornate di formazione sul nuovo CCNL, una delle situazioni più discussa è stata certamente la soppressione della categoria D3 come forma di accesso per gli enti delle Funzioni locali. Al di là degli aspetti correlati al merito, dal punto di vista tecnico-operativo ci si è chiesti cosa succederà alla mobilità. Se da una parte è chiaro che l’ente non potrà più mantenere posti vacanti della dotazione organica in D3 e svolgere le relative procedure di assunzione, cosa succede alla mobilità? Se, infatti, non esisteranno più procedure di accesso in D3, cosa accade alla mobilità? La questione è veramente tosta. Personalmente, divederei l’analisi in due domande. Da una parte, è “se” gli attuali dipendenti in D3 potranno ancora spostarsi tramite mobilità. E, per me, non ci sono dubbi: certo che sì! Ci mancherebbe altro: si può fare la mobilità intercompartimentale, immaginiamoci se non si può fare la mobilità all’interno dello stesso comparto…

Dall’altra parte, c’è invece il più serio problema dell’inquadramento. Mettiamo che un ente svolga una procedura di mobilità in D1. Partecipa anche un D3 e viene scelto. Come verrà inquadrato? Soluzioni: trattamento economico da D1 più assegno ad personam per la differenza, oppure D3. E le eventuali progressioni orizzontali? Eh, sì. Non è così semplice. Io penso che per risolvere ogni dubbio si potrebbe fare un semplice ragionamento: gli attuali D3 sono ad esaurimento non nel singolo ente, ma nel comparto. E allora, ogni cosa andrebbe a posto. Sarà così? Staremo a vedere. Magari, l’ARAN, nella Relazione illustrativa al CCNL dirà qualcosa… (e non sarebbe male un commento anche in merito alla graduatorie di D3 ancora esistenti).



Le decorrenze del nuovo CCNL

8 04 2018

Mario Ferrari, in un recente numero di Personale News, ha riassunto le disposizioni dell’ipotesi di CCNL Funzioni Locali per decorrenza (o scadenza). In attesa di leggere la versione dopo la stipula definitiva, riporto di seguito l’interessante scaletta riassuntiva.



Tre questioni sul personale degli enti locali

19 11 2017

Trovate di seguito il link per scaricare PUBLIKA DAILY, la nuova rivista di Publika. In questo numero abbiamo trattato anche tre argomenti in materia di personale:

  • le modifiche all’orario di lavoro nel rapporto a tempo parziale
  • la riduzione del fondo a seguito di esternalizzazione
  • le assunzioni a tempo determinato e fabbisogno.

Da pagina 30 trovate tutti gli articoli in materia di personale.

CLICCA QUI PER SCARICARE PUBLIKA DAILY

(Ricordo che Publika Daily NON sostituisce Personale News, ma contiene comunque approfondimenti anche in materia di personale).



Una nuova rivista…

15 10 2017

Publika sta uscendo con una nuova rivista. Verrà diffusa mercoledì, ma nel frattempo voglio anticiparvi di cosa si tratta. Riporto, quindi, di seguito il mio editoriale nel quale spiego un po’ di cose. Al seguente link, potete già iniziare l’avventura: www.publika.it/categoria-rivista/publika-daily/

PUBLIKA DAILY – LA NUOVA RIVISTA DI PUBLIKA

Avete tra le mani il primo numero della nuova rivista di Publika. Lo sappiamo: le nostre scrivanie sono sempre più intasate di carta e le nostre caselle di posta elettronica non ce la fanno più.

E allora, come mai una nuova rivista? I motivi sono due. Il primo: Publika sta ampliando il suo raggio d’azione anche alle materie non correlate esclusivamente alla gestione del personale e veniamo coinvolti anche sugli altri settori degli enti locali mettendo in gioco forze nuove. Il secondo: proprio perché gli strumenti di informazione sono tanti abbiamo l’ambizione di proporre qualcosa di diverso, capace di essere sintetico, tempestivo e completo. In altre parole, vogliamo offrire uno strumento immediato e di facile lettura che faccia il riassunto di quelle notizie imprescindibili, quelle che non si possono non conoscere.

Come? In questo modo.

Completo. Ogni giorno alla settimana è dedicato ad un settore del comune. Il lunedì all’area finanziaria e tributi, il martedì all’anticorruzione e trasparenza, il mercoledì ai contratti e appalti, il giovedì al personale e il venerdì alle varie ed eventuali, che ricomprenderanno, ad esempio, anagrafe e polizia locale.

Tempestivo. Ogni giorno, gli abbonati riceveranno una mail con l’argomento di quel giorno. Ogni due settimane, invece, uscirà la rivista vera e propria con tutte le notizie già date e un articolo di approfondimento per ognuna delle aree di cui sopra. Siamo sempre sul pezzo, insomma. Giorno dopo giorno.

Sintetico. Il tempo per informarsi è sempre meno, la fatica per stare aggiornati la conosciamo. Quindi scegliamo noi le notizie fondamentali, quelle che vanno conosciute ed approfondite. I nostri collaboratori lavorano negli enti locali e sanno che cosa c’è all’ordine del giorno. Per questo motivo, useremo uno stile un po’ particolare: ogni giorno della settimana ci sarà una domanda e risposta sulla questione del momento. Una FAQ, se preferite. Così da rendere tutto più operativo ed immediato.

Il progetto, che conoscerete sempre più strada facendo, è quindi strutturato con:

  • Una risposta quotidiana ad un quesito;
  • Una rivista ogni due settimane;
  • Un sito costantemente aggiornato.

Noi partiamo con tantissimo entusiasmo. Ce la mettiamo tutta per trovare soluzioni per chi ha poco tempo per alzare la testa dall’emergenza e dalla scadenza: Segretari comunali, Responsabili dei servizi, Amministratori. In poche righe, vogliamo dirvi come affrontare e come fare con le problematiche più importanti e sulle quali non possiamo girarci dall’altra parte.

Ho usato più volte il plurale, ma chi siamo, noi impegnati in questa nuova avventura?

Io avrò un ruolo di supervisione generale e seguirò anche l’Area del Personale; Giulio Sacchi sarà al coordinamento delle varie aree e darà una mano per gestire le tempistiche e le scadenze. Ci saranno poi dei referenti su ogni area che potete conoscere già sfogliando questo primo numero. E poi tanti collaboratori che negli enti lavorano e si dedicano, che ascoltano nei corridoi i bisogni più concreti e che seguono le evoluzioni del legislatore e degli interpreti.

E poi voi, a cui rivolgo fin da ora l’invito a partecipare a questa nuova iniziativa.

Ringrazio tutti e … via, si parte!

Gianluca Bertagna



Materiale gratuito corsi di formazione su d.lgs. 165/2001

2 07 2017

Nelle scorse settimane ho svolto alcune giornate di formazione sulle novità del d.lgs. 165/2001. Condivido con tutti una delle dispense presenti nel materiale didattico.

Si tratta di un riassunto delle norme del d.lgs. 165/2001 e del d.lgs. 75/2017 ordinate per argomento. Le lascio in word perchè spero  possano essere maggiormente utili.

ALLEGATO: LE SCHEDE TEMATICHE DEL D.LGS. 165/2001 MODIFICATO DAL D.LGS. 75/2017



In Gazzetta Ufficiale le modifiche al d.lgs. 165/01 e 150/09

8 06 2017

Sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale i decreti legislativi di modifica del d.lgs. 165/2001 (Testo Unico del Pubblico Impiego) e del d.lgs. 150/2009 (Riforma Brunetta). Di seguito trovate gli allegati.

Mi stanno già arrivando diverse richieste di chiarimento sull’applicazione delle disposizioni. Stiamo predisponendo alcuni numeri speciali di Personale News in cui prenderemo in considerazione le varie tematiche.

Con un sorriso mi permetto di sconsigliare una “eccessiva ansia” superandola con una “sana attesa”. Tante novità avranno effetti dalla programmazione 2018/2020 e arriveranno anche chiarimenti da parte del Dipartimento della Funzione Pubblica, Rgs e Corte dei conti. Insomma: qualche mese davanti c’è e, a parte la questione del fondo che ho già anticipato QUI, non ci sono grandissime urgenze.

D.LGS. 75/2017 – MODIFICHE AL D.LGS. 165/2001

D.LGS. 74/2017 – MODIFICHE AL D.LGS. 150/2009



Il cambio delle mansioni e dei profili professionali

4 06 2017

Negli ultimi anni, gli enti locali e le pubbliche amministrazioni in genere, hanno avuto fortissime limitazioni alle assunzioni di personale. Per questo motivo si è molto pensato a come gestire nel migliore modo possibile le risorse umane a disposizione, invocando, prima di tutto, le regole della flessibilità che nel pubblico impiego vengono classificate nei termini di “modifica del profilo professionale” o “richiesta di mansioni equivalenti”. Paola Aldigeri ha pertanto riassunto lo stato delle cose, ponendo l’attenzione sui più recenti orientamenti della Corte di Cassazione.

CLICCA QUI PER SCARICARE L’APPROFONDIMENTO GRATUITO