Il maledetto comma 557!

Ma io dico… ce ne sono di numeri in questo mondo… è mai possibile che tutto debba essere sempre un “Comma 557”?!

La solita pazzia di fine anno porta il legislatore a fare le corse per approvare la legge finanziaria (ora si chiama legge di stabilità, mah!) e così, per il gioco della fiducia, ne esce sempre un mega articolo con infiniti commi.

La maledizione per gli enti locali si chiama “Comma 557”. Per cui attenzione a nominarlo invano senza citare anche il disposto normativo di riferimento. Ecco la sintesi:

1. Comma 557 della Legge finanziaria 2005: possibilità per gli enti sotto i 5.000 abitanti, unioni e consorzio di avvalersi dell’attività lavorativa dei dipendenti di altre amministrazioni (le famose “massimo dodici ore in più”…).

2. Comma 557 della Legge finanziaria 2007: l’obbligo di riduzione delle spese di personale in valore assoluto rispetto all’anno precedente per gli entii soggetti a patto di stabilità.

3. Comma 557 della Legge di stabilità 2014: i divieti e le limitazioni alle assunzioni di personale si applicano anche alle aziende speciali, alle istituzioni e alle società partecipate.

Suvvia! Un po’ di fantasia non guasterebbe. A meno che non sia deliberatamente voluto. D’altronde la somma delle singole cifre del numero 557 porta come risultato… 5+5+7 = 17! … che è tutto dire!

p.s. il 27 dicembre 2013 (data della Legge di stabilità 2014) era pure un venerdì…

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 3 =