I criteri per lo scorrimento delle graduatorie di altri enti

Segnalo l’interessante sentenza n. 680 del 23 febbraio 2021 del Tar Campania sezione di Salerno che contiene alcuni interessanti spunti sull’utilizzo di graduatorie di altri enti.

Sono quattro i temi fondamentali:

1. si conferma l’obbligo di previa effettuazione della procedura ex art. 34-bis del d.lgs. 165/2001 nonché l’attuale facoltatività della mobilità volontaria, per il perdurante effetto dell’art. 3, comma 8, della legge 56/2019;

2. è competenza della Giunta comunale (o equivalente nell’ordinamento del singolo ente) l‘approvazione di criteri preventivi, utili a scegliere la graduatoria da utilizzare (non per scegliere i candidati!!) tra quelle eventualmente disponibili.

3. è legittimo assumere a part-time scorrendo una graduatoria per concorso a tempo pieno. I giudici amministrativi ritengono che la modalità oraria di esecuzione della prestazione lavorativa – in presenza di identità di contenuti qualificanti la posizione – non abbia rilievo significativo, poiché incidente solo sotto il profilo della diversa articolazione temporale della prestazione lavorativa.

4. La data utile a determinare se l’utilizzo della graduatoria concorsuale sia legittimo, quanto alla validità temporale della stessa, è quella della stipula del contratto individuale, seppure esso preveda una decorrenza dell’assunzione posteriore.

Print Friendly, PDF & Email

6 pensieri su “I criteri per lo scorrimento delle graduatorie di altri enti

  1. domenico dice:

    buongiorno, una domanda, ma le tanto utilizzate manifestazioni di interesse con conseguente assunzione da relative graduatorie, sono legittime e regolari?
    Grazie

  2. Antonio Tessadrelli dice:

    E’ possibile per un Comune continuare ad assumere da una graduatoria di altro ente di cui si sta facendo uso qualora nel frattempo sia stata deliberata una graduatoria propria a seguito di procedura concorsuale?

  3. Mara Monachino dice:

    Buongiorno, in merito al punto 3) è invece legittimo assumere a tempo pieno a partire da una graduatoria per concorso a tempo part-
    time, in assenza di disponibilità di altre graduatorie (a tempo pieno) cui accedere e nell’urgenza di procedere alle assunzioni senza dover aspettare di espletare la procedura concorsuale?

  4. Claudio Fierro dice:

    Condivido la domanda di Mara Monachino: “Buongiorno, in merito al punto 3) è invece legittimo assumere a tempo pieno a partire da una graduatoria per concorso a tempo part-time, in assenza di disponibilità di altre graduatorie (a tempo pieno) cui accedere e nell’urgenza di procedere alle assunzioni senza dover aspettare di espletare la procedura concorsuale?”.
    Si apre anche a me lo stesso identico dubbio.
    Le saremmo grati per una risposta.

  5. Gianluca Bertagna dice:

    Personalmente eviterei di assumere da graduatorie con tempo del lavoro diverso rispetto al proprio fabbisogno.

  6. Mara Monachino dice:

    Grazie della risposta, e qualora si apportasse una modifica al fabbisogno di personale? Ad esempio prevedere invece che una o più assunzioni a tempo pieno, due o più assunzioni part-time? E’ legittimo per l’ente? Grazie per l’attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 4 =