È stato pubblicato il Decreto Ministeriale sulle assunzioni dei comuni!

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 27 aprile 2020 il Decreto Ministeriale che ridefinisce le regole assunzionali per i comuni in esecuzioni dell’art. 33 comma 2 del d.l. 34/2019.

Tralasciando l’opportunità della firma e pubblicazione in questo momento storico (!!), il testo sembra identico a quello già conosciuto che avevamo a disposizione fin da dicembre corso. Unica novità la regola per i comuni compresi tra le due percentuali (fascia di mezzo) visto che il decreto Milleproroghe aveva cambiato il parametro di riferimento.

Il link alla Gazzetta Ufficiale è questo: https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2020-04-27&atto.codiceRedazionale=20A02317&elenco30giorni=false

Nel frattempo, i nostri bilanci stanno subendo tutti delle variazioni a seguito delle dinamiche dovute al coronavirus spostando l’attenzione sulla difficoltà principale nelle assunzioni: il calo delle entrate permetterà di assumere?

Forse, vedendo quello che sta succedendo, il Dm sulle assunzioni avrebbe potuto attendere un po’, anche perché non si capisce il senso di concedere più turn-over “teorico” se poi mancano i soldi per poterlo effettuare. Il classico “100% della spesa dei cessati” era ormai diventata una buona regola e probabilmente più sufficiente per le coperture del bilancio.

Ora che è uscito il Decreto, rimangono però gli stessi dubbi che abbiamo avuto negli ultimi mesi. A questo punto il passaggio fondamentale per capire qualcosa in più è attendere la promessa Circolare Esplicativa.

Una volta che avremo queste informazioni in più, proporremo degli specifici incontri di formazione.

Se, invece, volete iniziare fin da subito ad oliare i meccanismi per capire il funzionamento del Dm, ricordo che è disponibile un mio webinar online QUA La normativa esaminata è pienamente compatibile con il testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × uno =