Un esempio di fondo per il 2015

Le cose mi piace capirle. E fino a quando non lo faccio, rimango in sospeso con qualcosa.

Siamo sempre lì. A cosa accade al fondo del salario accessorio nel 2015.

Se ne sentono di tutti i colori: “Il fondo non può essere superiore a quello del 2010”; “Il fondo parte da quello del 2014”; “Il fondo non può essere superiore a quello del 2014”; ecc. ecc.

Io, nell’art. 9 comma 2-bis ci leggo che dal 2015 dobbiamo comunque consolidare i “tagli” effettuati per effetto del periodo precedente, ovvero per il tetto del 2010 e per la riduzione proporzionale dei dipendenti.

Se ho avuto quelle decurtazioni, allora le consolido nel 2015; altrimenti, il mio fondo torna “normale”.

Ho provato a fare un esempio. Ho compilato il kit di excel dell’Aran come di seguito. Mettendo meno risorse variabili negli anni, una situazione peraltro diffusa negli enti locali.

E continuo a pensare che nel 2015, in questo caso, non ci sia nulla da fare in merito all’art. 9 comma 2-bis, perchè l’ente non aveva nessun obbligo di decurtazione nel quadriennio 2011-2014. (Oppure, come suggerisce Roberto nel commento di seguito, il taglio potrebbe essere pari a quanto “avrei dovuto” tagliare nel 2014, ovvero al 10%?).

Quindi, il fondo riparte dallo stabile di Euro 106,00, per essere poi EVENTUALMENTE incrementato con le voci variabili in presenza dei pressuposti di cui all’art. 40 comma 3-quinquies del d.lgs. 165/01 e delle norme contrattuali.

Magari, mi sbaglio. Ma intanto vorrei che se ne parlasse e discutesse.

ESEMPIO FONDO

Print Friendly, PDF & Email

5 pensieri su “Un esempio di fondo per il 2015

  1. Massimiliano dice:

    Scusa ma, nel prospetto, manca la proposta 2015… e credo che il limite diventi il fondo 2014 (questo credo significa Consolido i tagli) e se negli anni precedenti hai tagiato anche le stabili, quelle son taglate e la ria che incrementa è quella dal 2015, ma coplessivamente non si può superare il 2014. Quindi se aumento le stabili devo toglere le variabili…
    Secondo me dire faccio il fondo 2015 come se niente fosse e poi ci applico le decurtazioni applicate negli anni non ha senso.. che faccio ci tolgo le percentuali che ho tolto negli anni? (esempio 100-3-4-6-6= 81) e se ho decurtato la parter variabile per più del richiesto (magari per problemi a finanziarlia) che tolgo quello che dovevo o quello che ho tolto?
    Comunque avendo una più di ventina di corte dei conti che si possono esprimere più Funzione Pubblica e RGS diciamo che ho buone possibilità che qualcheduno mi dia ragione, ma molto più altte possibilità di aver torto!!!!

  2. tommaso dice:

    mi aggiungo alla mischia! e mi associo a Fabio Bovo.
    anche se io sono rimasto fedele al modello RGS (prima versione) il ragionamento non cambia. nell’es riportato non vi è nessuna decurtazione sul fondo 2014 poiché il sistema ARAN RGS-bis applica le decurtazioni al 2010 e non all’anno di riferimento del fondo;non essendoci decurtazioni sul fondo 2014 il fondo 2015 parte da € 106 di stabili e poi eventuali variabili senza nessuno strascico del vecchio sistema.

  3. MAURIZIO dice:

    onestamente il fondo, indipendentemente dall’anno, è in fondo…ergo briciole e confusione allo stato brado!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × due =