La formazione in materia di prevenzione alla corruzione

A seguito della legge 190/2012 e del decreto legislativo n. 33/2013, l’attività formativa in materia di prevenzione della corruzione e sugli obblighi di trasparenza è obbligatoria, in tutti gli enti; la
relativa spesa è esclusa dall’ambito applicativo dell’articolo 6, comma 13, del d.l. 78/2010 (tetto di spesa annuale per la formazione).

Le  pubbliche  amministrazioni  di  cui  all’art.  1,  comma  2,  del  d.lgs.  n.  165/2001  debbono programmare adeguati percorsi di formazione, tenendo presente una strutturazione su due livelli:
–  Livello  generale:  rivolto  a  tutti  i  dipendenti;  riguarda  l’aggiornamento delle  competenze (approccio contenutistico), le tematiche dell’etica e della legalità (approccio valoriale).
–  Livello specifico: rivolto al responsabile della prevenzione, ai referenti, ai componenti degli  organismi  di  controllo,  ai  dirigenti  e  funzionari  addetti  alle  aree  a  rischio:  riguarda  le politiche, i programmi e i vari strumenti utilizzati per la prevenzione e tematiche settoriali, in relazione al ruolo svolto da ciascun soggetto nell’amministrazione.

I  fabbisogni  formativi  sono  individuati  dal  Responsabile  della  prevenzione  in  raccordo  con  i Dirigenti Responsabili delle Risorse Umane.

Per l’espletamento di tale obbligo gli Enti possono:
–  Organizzare corsi di formazione in house
–  Partecipare a corsi di formazione in materia
–  Partecipare a corsi online in materia

Fin dallo scorso anno, abbiamo privilegiato la prima soluzione. Ci sembra più vicina alle finalità della norma in quanto dà la possibilità di trasmettere informazioni e concetti più aderenti alle singole realtà, creando, in sala, un dialogo attivo e attento con tutti i dipendenti.

Di seguito, riporto quindi la promozione delle nostre attività.

ALLEGATO: CORSO DI FORMAZIONE SULLA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Un pensiero su “La formazione in materia di prevenzione alla corruzione

  1. DAGO dice:

    Mah…l’art. 7-bis del d.lgs n. 165 del 2001 non è stato abrogato dal D.P.R. 16 APRILE 2013, N.70 con l’art. 18, comma 1, lettera a)…???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + 2 =