Portale mobilità: la parola ripassa a Regioni ed Enti di Area Vasta

Dopo la chiusura del portale al 12 febbraio scorso per l’inserimento dell’offerta da parte degli enti locali, il portale rimarrà aperto fino al 19 febbraio, per l’inserimento, da parte delle Regioni e degli Enti di Area Vasta dei dati della domanda, al fine di completare le fasi di assorbimento degli eventuali esuberi.

Ecco il comunicato: http://www.mobilita.gov.it/comunicato-12-02-2016.php

Sottolineo che sono chiamati a questa fase solo Regioni ed Enti di Area Vasta.

 

Print Friendly, PDF & Email

4 pensieri su “Portale mobilità: la parola ripassa a Regioni ed Enti di Area Vasta

  1. Sara dice:

    Come è possibile per le “amministrazioni”, ai sensi dell’art. 5, comma 3, del Decreto Ministeriale 14 settembre 2015, individuare ” i posti disponibili, nell’ambito delle dotazioni organiche, TENENDO CONTO, in relazione al loro fabbisogno, DELLE FUNZIONI RIORDINATE” nelle regioni che, ancora oggi, stanno legiferando o annunciano di farlo, senza, al momento, comunicare quali delle funzioni provinciali davvero riordineranno e avocheranno?

  2. Domenico dice:

    Salve
    mi piacerebbe capire se le amministrazioni comunali possono rifiutarsi di rilasciare i nulla osta per le mobilità in altri enti.
    Da un lato abbiamo il D.lgs.165/2001 che impone alle amministrazioni di assumere tramite l’istituto della mobilità e dall’altro le amministrazioni che non rilasciano nulla osta!
    Grazie

  3. Daniel dice:

    Salve
    vorrei chiedere se è possibile inviare una richiesta di mobilità ai sensi dell’art 4 del DPCM 14 sett 2015, da parte di personale delle province dichiarato soprannumerario ad amministrazioni previste dal comma 425. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 7 =