Mobilità per gli enti locali fino a 100 dipendenti

Sembra che il decreto fiscale porrà fine alla discussione se la mobilità negli enti con non più di 100 dipendenti è ancora possibile dopo le modifiche operate dalla legge di conversione del d.l. 80/2021.

Chi scrive non ha mai avuto dubbi sul fatto che nonostante una scrittura infausta dell’art. 30 comma 1.1. del d.lgs. 165/2001, sia ancora possibile procedere con mobilità in entrata e in uscita per gli enti fino a cento dipendenti e che quella disposizione non servisse altro a dire che in queste amministrazioni è sempre necessario il nulla osta.

Con l’art. 14 del Decreto Fiscale (ancora in bozza) sembra che si rimedi alla questione con una riscrittura della norma esattamente come richiesta dall’Anci: “All’articolo 30 comma 1 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, quarto periodo, dopo le parole: «servizio sanitario nazionale», aggiungere le seguenti parole: «e agli enti locali con un numero di dipendenti a tempo indeterminato non superiore a 100». Conseguentemente al comma 1.1. il primo periodo è abrogato”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sei + sedici =