Assunzioni lavoro flessibile nel 2012: piccole precisazioni

Una prima considerazione sul concetto di “spesa” da prendere riferimento per calcolare i valori che legittimano il lavoro flessibile e le cococo nel 2012.

Per calcolare di quanto lavoro flessibile e cococo è possibile avvalersi nel 2012, non bisogna fare riferimento alla spesa delle cessazioni a tale titolo avvenute nel 2009,ma alla “spesa sostenuta”. Il concetto delle “cessazioni” era riferito al 20% allorquando la Corte dei conti Sezioni riunite ritenne di inserire anche il lavoro flessibile nel limite del turn-over. Ora siamo in presenza di un concetto di “spesa sostenuta”.

L’importo così ottenuto va moltiplicato per il 50%.

Qualora non ci sia stata spesa nel 2009, si può fare la media con il triennio 2007-2009.

Un altro dubbio è se gli aggregati vadano calcolati diversamente. Da una parte la norma infatti indica che ci si può avvalere di personale con:

– contratto a tempo determinato,

– con convenzioni e

– con contratti di collaborazione continuativa nel limite del 50% della spesa sostenuta nel 2009.

Dall’altra parte la stessa percentuale vale per le assunzioni relative a

– contratti di formazione lavoro,

– altri rapporti informativi,

– alla somministrazione di lavoro e

– al lavoro accessorio.

Quindi, dal punto di vista letterale, siamo in presenza di due gruppi di fattispecie lavorative. Il 50% andrà quindi calcolato per tali separati aggregati?

La versione letterale sembra proprio dir questo e la sua lettura è estremamente chiara. Così c’è scritto. Se il legislatore ha voluto così, per ora, fino a ulteriori chiarimenti, gli aggregati andrebbero tenuti separati.

Print Friendly, PDF & Email

3 pensieri su “Assunzioni lavoro flessibile nel 2012: piccole precisazioni

  1. Livio Boiero dice:

    Ma nel concetto di “contratto a tempo determinato” rientrano anche gli incarichi che prevedono prestazioni occasionali (sino a trenta giorni lavorativi)? La domanda me la pongo in quanto non sono espressamente richiamati dalla norma

  2. Mario dice:

    ma con riferimento alla “spesa sostenuta” nell’anno 2009, si prende a computo la spesa al lordo di eventuali rimborsi a carico di altri enti del personale a tempo determinato o la spesa al netto di tali rimborsi?? esempio spesa per personale a tempo determinato 2009 euro 100.000,00 rimborsi spese personali per calamità naturali euro 70.000,00 = spesa netta a carico dell’ente 2009 euro 30.000,00 quindi spesa personale per assunzioni personale straordinario anno 2012 max. euro 15.000,00??

  3. Cesarina dice:

    Possiamo considerare “rispettive finalità” un termine che vuole ricomprendere il ricorso a forme di lavoro al di fuori della pianta organica e perciò contratti di formazione , interinale , lavoro accessorio come unica voce.
    In pratica se nel 2009 ho €40.000,00 per personale a tempo determinato , e € 45.000,00 con contratto interinale ho la possibilità di ricorrere a forme di assunzioni (contratti formazione interinale lavoro accessorio rapporti formativi) per € 47.500,00 che posso gestire sai come interinale sia come tempo determinato etcc…..
    oppure 2009 €40.000 personale determinato nel 2011 solo €20.000,00
    nel 2009 €45.000,00 personale interinale nel 2011 solo € 22.500,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 14 =