La durata delle graduatorie

In materia di validità e utilizzo delle graduatorie è stata diffusa la Deliberazione n. 85/2020 della Corte dei Conti della Sardegna. I magistrati affrontano diversi argomenti, ma sicuramente quello più rilevante riguarda la durata della validità delle graduatorie. Infatti, con la legge di bilancio 2020 è stata prevista la modifica all’art. 35 del d.lgs. 165/2001 che ha portato la durata a due anni anziché nei precedenti tre. Nel d.lgs. 267/2000, però, l’art. 91 non è stato modificato e vi è ancora prevista una scadenza triennale. Quindi, per gli enti locali, qual è la durata delle graduatorie? 

La Corte della Sardegna ha risposto che rimane la validità prevista del Tuel e quindi di tre anni in quanto norma speciale. Su tale conclusione, come avevo già sostenuto ad inizio anno, non sono d’accordo per diversi motivi. Il più evidente è il fatto che l’art. 88 del medesimo Tuel richiama l’obbligo di rispettare le regole del Testo unico del pubblico impiego, ora il d.lgs. 165/2001. Quindi, a mio parere, la durata della validità delle graduatorie per gli enti locali è di due anni come per tutte le pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1 comma 2 del d.lgs. 165/2001.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × uno =