Il blocco dei concorsi e le graduatorie

Nel D.p.c.m. 3 novembre 2020 è stata prevista una norma che limita la possibilità di proseguire le procedure concorsuali e selettive. Nello specifico, l’articolo 1, comma 9, lettera z), dispone:

z) è sospeso lo svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private e di quelle di abilitazione all’esercizio delle professioni, a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica, nonché ad esclusione dei concorsi per il personale del servizio sanitario nazionale, ivi compresi, ove richiesti, gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo e di quelli per il personale della protezione civile, ferma restando l’osservanza delle disposizioni di cui alla direttiva del Ministro per la pubblica amministrazione n. 1 del 25 febbraio 2020 e degli ulteriori aggiornamenti. Resta ferma la possibilità per le commissioni di procedere alla correzione delle prove scritte con collegamento da remoto”.

Val la pena di sottolineare che sono state sospese le “prove preselettive e scritte”, mentre non è stato sospeso lo svolgimento delle prove orali, che pertanto possono svolgersi regolarmente nel rispetto, ovviamente, delle disposizioni di contenimento del rischio epidemiologico.

In aggiunta a ciò, su pressante richiesta di diverse amministrazioni, il Dipartimento della Funzione Pubblica con la nota protocollo n. 71057 del 6 novembre, ha avviato la ricognizione delle vigenti graduatorie concorsuali per l’assunzione a tempo indeterminato. Di fatto, gli enti, sono invitati a comunicare entro il 30 novembre prossimo lo stato delle proprie graduatorie, al fine di condividere il più possibile questo strumento di assunzione. Trovate il documento QUI

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 − 2 =