Elevate qualificazioni. Sì, ma con i giusti tempi

L’idea che al 1 aprile si scateni il finimondo per diversi aspetti del nuovo CCNL 16/11/2022 è vera fino ad un certo punto. Della revisione dell’ordinamento professionale, la questione delle elevate qualificazioni può essere gestita con una tempistica un po’ più rilassata nella maggior parte degli enti.

Vanno infatti sottolineate due semplici e chiare regole del CCNL:

  • Gli incarichi di posizione organizzativa conferiti secondo la predetta disciplina proseguono fino a naturale scadenza.
  • Gli incarichi di posizione organizzativa in essere alla data del 1 aprile 2023, sono in prima applicazione, automaticamente ricondotti alla nuova tipologia di incarichi di EQ.

Insomma, questo basta, a capire che non sempre dobbiamo agire con fretta e che, di fatto, in presenza di incarichi già conferiti con una durata oltre il 1 aprile non succede nulla… se non l’automatico cambio di etichetta in Elevate Qualificazioni.

Va ricordato, però, che fino a quando non ci sarà la nomina ad Elevata Qualificazione sulla base del nuovo sistema, non si potrà arrivare al riconoscimento della somma massima di Euro 18.000 di retribuzione di posizione.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + 14 =