I pareri (contrastanti) dell’Aran sui differenziali delle progressioni orizzontali

La gestione del personale è già complicata di suo.

Non si sente, ad esempio, la necessità che i nostri interpreti ufficiali cambino idea da un giorno all’altro su questioni delicate.

Facciamo un caso concreto: quando si calcolano i differenziali da inserire in entrata nel fondo risorse decentrate, a quali dipendenti si deve fare riferimento?

Risposta ARAN nel parere RAL 1725: occorre, innanzitutto, definire l’elenco analitico del personale in servizio in corrispondenza di ciascuna data di sottoscrizione definitiva dei diversi CCNL. Nello stesso parere, più avanti si legge: per ciascuna persona in servizio individuata come sopra, occorre indicare la posizione economica rivestita alla data di sottoscrizione definitiva del CCNL preso in considerazione.

Risposta ARAN nel parere CFL 174: con riferimento al CCNL stipulato al 16/11/2022 vanno presi i dipendenti al 1/1/2021. 

Due pareri, due risposte diverse. Sempre dall’ARAN. Perché non è possibile almeno dallo stesso interprete e sulla stessa identica questione avere la medesima risposta? Perché?!

Comunque, io vi ho già detto QUA come la penso.

A me pare più corretta la conclusione del RAL 1725, perchè, prendendo un dato dotazionale più “fresco” direi che consente di rispettare decisamente meglio la ratio della norma contrattuale, che è avere un incremento del fondo il più vicino possibile a quanto è il maggior costo a carico dello stesso per effetto dei nuovi valori delle p.e.o.

E in ogni caso. In qualsiasi modo facciate, ricordate la regola aurea: da questa “storia”, in prima applicazione, il fondo non deve avere né un miglioramento né un peggioramento. Poi, a questo punto, va bene tutto.

 

Visto che ci siamo, ricordo che è uscito il numero 2 di Bozza & Risposta e riguarda proprio il calcolo dei differenziali delle progressioni orizzontali: vi raccontiamo come funzionano e come si calcolano con un file di Excel.

Potete scaricare tutto su www.bozzaerisposta.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 1 =