Progressioni orizzontali, anche nel 2023 decorrono dal 1 Gennaio

Visto che sembra argomento molto acceso ai tavoli della contrattazione, ne riparlo.

I sindacati stanno spesso spingendo a fissare la decorrenza  al 1 Aprile 2023 dei nuovi differenziali eventualmente previsti in contrattazione integrativa in virtù del fatto che il nuovo ordinamento professionale che li prevede è entrato in vigore in quella data.

Peccato però che, entrando in vigore, l’articolo 14 del CCNL 16/11/2022 ne ha stabilito sempre la decorrenza dal 1 Gennaio. Ed è così che deve essere, come già avevo avuto modo di approfondire qui.

Se non bastasse, e posso capire, l’Aran ha diffuso il suo Orientamento Applicativo CFL 234 che afferma: Si conferma che anche per l’anno 2023 la progressione economica, attivata a seguito di un contratto integrativo siglato in via definita entro l’anno corrente, secondo le disposizioni della nuova disciplina contenuta all’art. 14 del CCNL 16.11.2022, dovrà avere necessariamente come data di decorrenza il 1° gennaio 2023 e che da quella data verranno applicati i nuovi differenziali stipendiali di cui alla Tabella A) allegata al medesimo CCNL.

 

Print Friendly, PDF & Email

Un pensiero su “Progressioni orizzontali, anche nel 2023 decorrono dal 1 Gennaio

  1. Antonello Manconi dice:

    Nei vari tavoli cui ho partecipato questa problematica è sorta soltanto presso un Ente e non è stata sollevata da parte sindacale. Strano che vi siano sindacati che spingono per la decorrenza 1 aprile quando il CCNL in merito è chiarissimo e non lascia alcun dubbio sul 1 gennaio. Saluti, Antonello Manconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 5 =