Gli auguri di Natale e per il 2022

Il Natale e l’arrivo del Nuovo anno giungono di solito con delle aspettative. Una delle domande più frequenti del nostro animo negli ultimi tempi è se tutto tornerà come prima.

Ma è davvero un interrogativo che porta da qualche parte?

Di fronte ai grandi cambiamenti della vita, le varie religioni hanno spesso proposto l’esempio del bruco e della farfalla. Alcuni hanno paragonato la trasformazione in quello che ci potrà accadere con la morte. Con l’invito a non preoccuparsi: non ci estingueremo, ma diventeremo qualcosa di più bello.

Mi sono chiesto se davvero la farfalla è “qualcosa di più bello” rispetto al bruco o se non sia nient’altro che una nostra proiezione perché, insomma, non può che essere così e abbiamo bisogno di una qualche sicurezza. Siamo noi, nei fatti, che sulla base dei nostri canoni estetici vediamo l’insetto volante più bello dell’insetto strisciante… con tutti quei colori poi!

Magari, però, all’inizio la farfalla si sente a disagio a dover lasciare quello che era prima. Scopre di avere delle ali che la fanno sbattere a destra e a sinistra. Perde il contatto con la certezza di un terreno stabile e quasi immobile. Si trova ad affrontare un cambiamento che non voleva, che non aveva cercato.

Poi si abitua, vede il mondo da una prospettiva diversa, viene ammirata, viene adorata da occhi grandi di bambini e innamorati. Scopre una nuova identità, un nuovo ruolo, una nuova esistenza.

Non dice più “era meglio prima”, ma semplicemente vive quello che è ora.

Se la penso così, mi sento più sereno. Non tornerà nulla come prima e non mi sembra proprio un dramma.

Buon Natale e Sereno 2022.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 3 =