Gita a Monaco

Questa volta il racconto l’ha scritto mio figlio. Preparatevi con le mani tra i capelli… 🙂 … ma è troppo bello!

Caro diario, oggi vado in centro a monaco in bicicletta perchè siamo venuti qui in camper e abbiamo parcheggiato in un area camper a sei km di distanza dal centro. Siamo partiti alle 10:00 e verso le undici siamo arrivati alla porta che è diretta verso il centro. In quel momento ho provato un’emozione indescrivibile. Quando siamo arrivati alla marienplatz era tutto bellissimo perchè quei colori un p’o grigi e un p’o neri e tutte quelle decorazioni mi hanno fatto sembrare di essere in una festa medioevale.

Alla fine del suono del glockenspiel siamo saliti sulla torre del municipio, qua su era tutto magnifico e da lì su mi sono reso conto di quanto monaco sia grande. Poi ci siamo diretti verso l’ englisher garten. Appena arrivati abbiamo visto molta gente e anche persone che facevano il bagno. Ovviamente  i tedeschi non soffrono il freddo e infatti quando vado a sciare vedo molti tedeschi che scendono dalle piste da sci in felpa quando ci sono   meno dieci gradi, io non so come facciano a resistere. Io credo che l’ englisher garten è il giardino  metropolitano più bello della mia vita ed è anche il giardino cittadino più grande d’ europa. Era immenso, gigante sembrava non finisse più, ed io pensavo fosse grande il giardino davanti al buckingham palace, proprio gigante.

Poi ci siamo diretti verso la frauenkirche   e quando siamo arrivati in quella piccola piazzetta in cui era costruita io ho riflesso dicendo che per una chiesa così grande gli sarebbe servita una piazza grande come quella che c’è davanti a san pietro, secondo me non ha un po’ senso. Dicono che una torre sia più alta dell’altra perchè quando avevano costruito la chiesa non avevano più mattoni per costruire una torre e quindi l’hanno  costruita più bassa di un metro ma io non sono riuscito a capire quale era quella più alta perchè la frauenchirche è una chiesa immensa.

Oggi è stato un giorno fantastico. Ciao a domani

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × due =