Due laghi, due ferrate

In questo bello e caldo inverno, oltre ad andare sulla neve, ci sono tante belle camminate da poter fare. Ognuno può passeggiare nei luoghi più vicini per respirare aria frizzante e vedere già qualche fiore uscire dal terreno. Con mio cognato, abbiamo fatto alcune uscite in montagna percorrendo alcune ferrate vista lago.

Era da tanto tempo che non andavamo via insieme e così è stata l’occasione per rispolverare il nostro trovarsi bene. Con lui si parla di tutto quindi non c’è mai il rischio di conversazioni vuote. I momenti che preferisco di più sono però quelli dove rispolveriamo le nostre avventure del passato, le quali, ovviamente, vengono rivisitate dalla dimensione del tempo che scorre.

Al primo posto c’è sempre il mitico viaggio in Interrail fino lassù in Scozia e Irlanda, fatto ben 30 anni fa. Le altre storie, invece, sono più collegate alla montagna, ai sentieri, al canyoning, alle ferrate o alle scalate. Mio cognato è famoso per quelle che gli amici definiscono “gite sociali”, cioè si parte con più gente possibile, anche non preparata perfettamente all’avventura. Lui è fatto così e va detto che è sempre andata bene.

In questi weekend, quindi, abbiamo fatto due percorsi davvero belli per questa stagione. Il primo a Riva del Garda salendo a Cima Capi. Il secondo sul Lago di Iseo per la Cima Trenta Passi. Tutto davvero bello.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + 3 =