Non proprio supereroi

Questa mattina, mentre accompagnavo mio figlio a scuola, mi sono fermato per ben due volte per far attraversare la strada a dei ragazzi sulle strisce pedonali.

Sono stato pervaso da un senso di benessere, come se avessi salvato mezza umanità (l’altra metà non si è lasciata salvare).

La prima reazione è stata: oggi inizia una bella giornata! Mi sono visto sorridere da solo al mondo con una sensazione di bontà infinita che non mi avrebbe abbandonato fino a sera.

Poi, all’improvviso, mi ha preso il nervoso. E mi son detto: “Perché dentro di me c’è questa cosa che se mi fermo per lasciar passare qualcuno sulle strisce pedonali mi sento migliore?”

Mi ha dato fastidio. Dovrebbe essere la normalità dare spazio ai pedoni, non un’azione da supereroi.

E così, la giornata, ha preso un’altra piega.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − 4 =